Usare gli oggetti e l’ interior design, per il nostro benessere psicofisico.

Come usare gli oggetti e il design, seguendo un approccio che si basa sulla psicologia della Casa.

I materiali più caldi quali il legno, sono considerati “attivanti”, tendono a svegliarci, a metterci in moto. Nello stesso tempo però il rosso e l’arancio sono colori che “scaldano” l’ambiente e che possono stimolare la passione e l’intimità di coppia. Come approcciare dunque la questione? La psicologia della casa ci dice che il pieno benessere abitativo si raggiunge sulla base personale, a partire dai propri bisogni, dobbiamo capire l’esigenza profonda caso per caso.

Ogni persona con  la propria personalità, si sentirà meglio in un certo tipo di abitazione piuttosto che in un’altra e tanto più la realtà si avvicina all’aspirazione interiore, tanto più forte si sentirà il legame con la propria dimora, al punto da sentire che essa ci rispecchia e ci supporta al meglio nella vita di tutti i giorni.

Ad esempio, in sala da pranzo, se fai fatica a rilassarti, probabilmente avrai bisogno di qualcosa che ti inspiri calma e tranquillità, in questo caso sarebbe meglio usare colori rilassanti, quali i toni di verde e di azzurro(2). Se,invece vuoi un supporto rigenerante, via con i toni caldi e gioiosi (1). Per mantenere l’aria romantica, stimolare l’inteletto con un gusto contemporaneo bilanciando maschile e feminile il rosa con gli elementi scuri.(3)

Utilizzando questo principio negli ambienti e oggetti, possiamo equilibrare il nostri stato d’animo di base e rilassarci o caricare le batterie.

Lo stesso principio si può applicare per il resto della casa ed è sempre partendo dai bisogni personali che si possono trovare le soluzioni di styling e interior design migliori, per un pieno benessere psicofisico.

LINK: https://www.habitat.co.uk