L’elemento Fuoco, suggerimenti di come utilizzare gli oggetti e il design per rivitalizzarci.

Quando prevale l’elemento Fuoco c’è tanta impulsività ed un pò di aggressività che possono esporre a qualche rischio esistenziale, per lo più causato dalla poca pazienza e/o un’eccessiva fiducia nelle proprie capacità di recupero che, quando vengono meno, possono portare ad una frustrazione difficile da  superare.

Il Fuoco rappresenta il dinamismo, la spinta verso la lotta e la conquista: spirituale o materiale, è fonte d’energia che si espande velocemente e trasforma tutto ciò che tocca, questa trasformazione può essere, creativa o distruttiva. La materia può essere forgiata  ma anche incenerita; il Fuoco è, spesso, portatore di vita.

Una carenza di fuoco si può manifestare come mancanza di energia e fiducia nella vita; un suo eccesso può causare problemi nei rapporti interpersonali a causa di un eccesso d’impulsività, egocentrismo ed azione diretta.

Compensare la carenza, significa riempire l’ autostima e sentirsi speciali. Prima di tutto, ambienti bene illuminati con il sole del mattino, che porti no gioia e vitalità.

I colori  fuoco sono tutte le varianti del rosso, il rosa, l’ arancio e l’oro, la sua forma è il triangolo e i materiali e oggetti sono quelli in cui la lavorazione richiede il fuoco, come oggetti in metallo, ma anche in vetro lavorato a mano.  Anche tuti oggetti luminosi, come lampade e candelle.

La simbologia associa questo elemento all’estate e alla crescita.

Il fuoco simboleggia la passione, la generosità e la gentilezza.  La stanza  in cui meglio si esprime è la cucina, ma puo esserci un richiamo in tutti gli ambienti, pubblici o privati.

Nelle foto alcuni esempi di oggetti e ambienti che richiamano l’ elemento fuoco, anche in piccoli detagli.